Hai mai sentito parlare di digital twin? Cosa sono? Per cosa vengono usati? Continua a leggere per scoprirlo!

 

Digital twin: la tua copia virtuale

 

Quando parliamo di gemello digitale, ci riferiamo a una copia virtuale, quindi a un modello reale, di un’entità reale, fisica, in funzione. Il gemello digitale, la cui definizione è stata adottata per la prima volta dall’ingegnere della NASA John Vickers nel 2010, è la copia esatta dell’asset originale e include anche i dati storici.

 

È funzionale a valutare lo stato attuale dell’asset originario e, in un’ottica futura, a prevederne e anticiparne il comportamento, con l’obiettivo di monitorarne l’andamento e/o l’andamento, e ottimizzarne l’operatività.

Tra le entità fisiche e virtuali può esserci uno scambio di dati e informazioni, sia in modo sincrono, cioè in tempo reale, sia in modo asincrono, cioè in tempi successivi.

 

Di conseguenza, il modello virtuale consente di eseguire simulazioni e di analizzare situazioni in un’ottica di miglioramento. L’obiettivo finale è quello di generare approfondimenti e prove che, a loro volta, possono essere applicate all’asset fisico. Tuttavia, l’attività di condivisione dei dati, appena accennata, rimane una pratica continuativa: il gemello digitale non smette mai di imparare e aggiornarsi.

Inoltre, i dati che lo rappresentano possono provenire da una varietà di fonti: dai sensori che ne trasmettono le condizioni di funzionamento, alla storia, che può essere raccolta anche tramite privati, oppure tramite Internet.

 

Tra i sistemi di cui può avvalersi ci sono il machine learning e l’intelligenza artificiale, che facilitano l’elaborazione di dati e informazioni finalizzata a produrre una conoscenza sempre più puntuale e accurata.

 

Digital twin e applicazione nel fashion

 

Il concetto di digital twin trova il suo terreno più fertile all’interno del contesto industriale, ma i settori in cui può essere applicato sono davvero numerosi, dall’healthcare al retail.

 

Con un occhio a quest’ultimo, approfondiamo le potenzialità di questa tecnologia nella moda, dove la trasformazione digitale sta aiutando a tracciare percorsi nuovi e innovativi grazie all’introduzione di nuove tecnologie.

Infatti, è negli ultimi anni che lo strumento dei gemelli digitali, applicato nella moda, sta affrontando la sua maggiore crescita. Secondo una ricerca di MarketsandMarkets, nel 2020 il mercato globale è stato stimato intorno ai 3,1 miliardi di dollari, con la prospettiva di aumentare a circa 48,2 miliardi di dollari entro il 2026.

 

Questo aumento vertiginoso nell’adozione e nell’utilizzo dei gemelli digitali all’interno dell’industria della moda può essere attribuito a diversi fattori chiave. In primo luogo, i gemelli digitali offrono un mezzo per collegare i regni fisico e digitale della moda, consentendo a designer e produttori di creare repliche virtuali di prodotti e processi fisici. Questa rappresentazione digitale consente un’analisi meticolosa, la sperimentazione e il perfezionamento, che alla fine portano a una migliore progettazione e sviluppo del prodotto.

 

Inoltre, i gemelli digitali consentono ai marchi di moda di ottimizzare la gestione della supply chain, riducendo gli sprechi e le inefficienze. Creando uno specchio digitale dell’intera catena di approvvigionamento, le aziende possono ottenere informazioni in tempo reale sui livelli di inventario, sui programmi di produzione e sulle operazioni logistiche. Questa ritrovata trasparenza e un processo decisionale basato sui dati si traducono in risparmi sui costi e in una riduzione dell’impatto ambientale.

 

 

La centralità del cliente al primo posto

 

 

La centralità del consumatore è un altro aspetto in cui i gemelli digitali hanno avuto un impatto significativo nel settore della moda. I marchi possono utilizzare queste controparti virtuali per personalizzare l’esperienza di acquisto per i propri clienti.

 

Comprendendo le preferenze individuali e le misure del corpo, le aziende di moda possono offrire consigli su misura e persino creare abbigliamento su ordinazione, migliorando così la soddisfazione e la fedeltà dei clienti.

Inoltre, i gemelli digitali hanno rivoluzionato il regno della sostenibilità nella moda. Con la possibilità di simulare e analizzare l’intero ciclo di vita di un capo, dalla progettazione allo smaltimento, i marchi possono fare scelte informate per ridurre al minimo gli sprechi, scegliere materiali ecologici e ridurre l’impronta di carbonio dei loro prodotti.

 

L’ascesa dei gemelli digitali nel settore della moda è a dir poco un percorso di trasformazione. Mentre continua a guadagnare slancio, questa tecnologia promette di rimodellare il modo in cui la moda viene progettata, prodotta e consumata. Con il potenziale per migliorare la creatività, l’efficienza, la sostenibilità e il coinvolgimento dei clienti, il mondo della moda si trova all’apice di una rivoluzione del digital twin che ridefinirà il futuro dello stile e dell’abbigliamento.

 

La crescita esponenziale prevista nei prossimi anni è una testimonianza delle infinite possibilità che si prospettano per questa innovativa fusione tra moda e tecnologia.

 

Digital twin nel fashion

 

Ma quali sono, allora, i principali ambiti di applicazione dei gemelli digitali? Quali sono i benefici che comportano per il business? Continua a leggere per scoprirlo!

 

  • Design e sviluppo

In particolare, attraverso i gemelli digitali, è possibile per i designer di prodotto esplorare e indagare diverse alternative di design, materiali e colori senza dover necessariamente ricorrere alla creazione di prototipi fisici. L’approccio accelera il regolare processo di sviluppo, riducendo i costi e l’impatto ambientale associati alla produzione di campioni fisici.

 

  • Personalizzazione su misura

Partendo dal presupposto che i consumatori, sempre di più, sono alla ricerca di capi di abbigliamento e accessori unici e su misura per le loro esigenze specifiche e personali. Grazie ai gemelli digitali è possibile creare un avatar virtuale che ne rappresenti fedelmente la morfologia.

Via libera, quindi, alla possibilità di testare virtualmente i capi, avvalendosi già di un’idea sulla vestibilità. Ciò migliora l’esperienza di acquisto online e riduce il rischio di resi. Ciò ha un impatto positivo sulla soddisfazione del cliente, una maggiore fedeltà al marchio e un ulteriore incentivo all’acquisto ripetuto nel caso di clienti esistenti.

In effetti, gli stessi benefici sono ottenibili anche attraverso la tecnologia Tailoor. Consente un’esperienza di prova virtuale su misura per l’utente, perfettamente aderente a tutte le caratteristiche appena citate, e in perfetta sintonia con le sue preferenze e misure anatomiche.

 

  • Ottimizzazione della supply chain

I vantaggi dei gemelli digitali nella moda producono anche un impatto favorevole sulla catena di approvvigionamento. Consentono infatti la creazione di asset virtuali di magazzini, impianti di produzione e negozi. Ciò consente ai rivenditori di tenere traccia, in tempo reale, del flusso dei prodotti, consentendo una gestione più efficiente del proprio inventario.

Di conseguenza, si riducono gli sprechi e le eventuali interruzioni che spesso si verificano nella produzione e nella distribuzione dei prodotti.

È anche possibile analizzare e prevedere la domanda dei clienti, in modo che i produttori stessi possano adattarsi in modo più fluido e immediato alle nuove tendenze del mercato.

 

  • Esperienza di shopping virtuale

Grazie ai gemelli digitali, si moltiplicano anche le opportunità nelle esperienze di acquisto virtuali: i consumatori possono esplorare i negozi e provare i capi in modo del tutto innovativo. Il risultato è un’esperienza immersiva e interattiva, con l’aggiunta di consigli personalizzati in base alle preferenze specifiche e allo stile personale.

Infine, l’abbigliamento prodotto con la tecnologia di Tailoor ha un ulteriore elemento di personalizzazione e differenziazione: il suo certificato di gemello digitale, che attesta l’esistenza dell’asset virtuale.

 

Un’opportunità da non perdere

 

In conclusione, quindi, l’applicazione dei digital twin nell’industria della moda sta contribuendo attivamente a rivoluzionare il settore. Attraverso la loro implementazione, i marchi possono raggiungere nuovi livelli di efficienza operativa e coinvolgimento dei clienti, aprendo la strada a una moda più sostenibile, personalizzata e all’avanguardia.